Friday, December 16, 2005

Roma e gli ascensori: a li mortacci loro !!!

Reduci da u ntour abase di neve , ghiacci e nebbie stavolta lasciamo al solo Dome il piacere di un viaggio in macchina.Il resto della band scende comodamente in treno e in metro !
Diciamo che era dal 1982 che non succedeva , ma allora era un'esigenza logistica visto che la patente (e l'auto , una capiente Dyane) l'aveva solo il primo chitarrista Paolo che caricava gli strumeti e aspettava gli altri che arrivavano in treno ai concerti....
Bello il "Jailbreak" , fantastici per disponibilità , entusiasmo e sound i grandissimi garage rockers dei Viv Prince Experience che hanno aperto la serata e bellissime le ore di chiacchere on Robertò Calabrò , Federico Guglielmi e Max Dal Pozzo.
Encomio speciale a Roberto che alla fine si è incautamente offerto di riportarci all'albergo scarrozzandoci per il Gran Raccordo Anulare nella gelida notte romana.
Grazie ancora Roberto per la pazienza.
Bello il concerto , tirato ed energico , suonato in ottima forma e con i ìl giusto tiro.
Bello e divertente.
Peccato che non ci fosse granchè gente , ma tutti entusiasti (a giudicare anche dalla massa di CD venduti e soprattutto autografati alla fine).
A chiusura della felice giornata salendo in camera in hotel Tony , Rita , Dany e Paulina se ne sono rimasti una buona mezzoretta rinchiusi in un ascensore fetente 1 metro x 1 con Dome e il personale dell'albergo che tentavano disperatamente di liberarci dagli scantinati...e si sa che in questi casi scatta immediata l'incontinenza femminile....va bè tutto risolto....
Forse perchè c'era un cartello grosso così Vietato salire in più di tre sull'ascensore !!! ma Joe occhio di falco , Jim vista d'Aquila , Jenny la sobria , Little Louise vin brulè non erano molto attenti quella sera.....

0 Comments:

Post a Comment

<< Home